Stampa

Capire la speculazione finanziaria

La crisi finanziaria continua a produrre effetti profondamente negativi sull'economia reale, il sistema del welfare, il benessere delle persone.

Conoscerne i meccanismi e saper orientare le proprie scelte verso una finanza responsabile diventa uno strumento indispensabile per la cittadinanza attiva.

Proponiamo a voi socie, soci e lettori, alcuni approfondimenti. In particolare, una nuova sezione del sito di Banca Popolare Etica, di cui siamo soci fondatori, dedicata alla crisi che ha investito l'Italia in questi giorni. Un tentativo di offrire, attraverso la voce di esperti, operatori, docenti universitari, contributi alla lettura di un processo complesso, quello della finanza e della speculazione finanziaria, che a partire dal 2008 ha dato il via a quella che è stata definita la "tempesta perfetta". Leggi qui.

Troverete anche numerosi articoli sulla tassa alle transazioni finanziarie, campagna Zero Zero Cinque, di cui siamo tra i promotori. Leggi qui.

E se ripudiassimo il debito?

Gli articoli di Francuccio Gesualdi e di Sbilanciamoci sul sito di AltrEconomia (rivista e cooperativa di cui siamo soci) forniscono ulteriori spunti di riflessione.

Scrive Gesualdi: trovo assurdo che stiamo zitti mentre a Roma stanno demolendo servizi, sicurezza sociale e beni comuni in nome del debito pubblico. La mia opinione è che se proprio dobbiamo andare verso il pareggio di bilancio dobbiamo farlo tassando i redditi alti, organizzando seriamente la lotta all'evasione fiscale, impedendo la fuga dei capitali nei paradisi fiscali, riducendo le spese militari, ritirandoci dalle missioni colonialistiche, riducendo gli stipendi degli eletti, eliminando gli sprechi di palazzo. Continua qui.